“Io metto su la musica a palla e sto bene”…dice Giuseppe

giusppe

Rimaniamo alla sede del Germoglio in via Boito, salutiamo Antonella, bussiamo alla porta accanto che ha l’adesivo “Officina” sulla porta e incontriamo Giuseppe. Sorridente e sempre con la battuta pronta, ci accoglie e racconta a Giulio un pò della sua storia e qualche passione che gli colora la vita.

Buona lettura!

Giuseppe si occupa al Germoglio delle isole delle bici verdi messe a disposizione dalla Provincia e degli ausili in generale.

Meccanico, se vuoi, scrivi così” mi dice con cadenza tipicamente bondenese. Nel suo percorso ci sono il Centro di salute mentale e la Città del Ragazzo, che lo hanno guidato fino alla Cooperativa. Quando gli chiedo delle sue passioni temo di avere frainteso: “Metallica”, dice. “Cioè?”, interrompo, pensando a rottami, parti di recupero, pezzi di ricambio. “Metallica, Iron Maiden, AcDc, ma anche Led Zeppelin…” “Cioè musica, intendi” “E che cosa se no? Hai presente quel bel metallo pesante, quelle belle chitarre distorte, quegli altoparlanti che urlano… io me la metto su a palla, in auto o in computer, e sto bene.” Azzardo, timidamente: “E nessuno protesta?”. Ride. “La mia ragazza sta a Taglio di Po. I miei sono anziani e non stanno troppo bene: meglio evitargli il metal, potrebbe essere fatale. Tu che dici?”

Io annuisco, dico che ha ragione, e lo lascio mentre mi accenna, suonando con le mani un’invisibile chitarra, il formidabile attacco di “Smoke on the water” dei Deep Purple…

Leave a comment