Teresa: il sorriso solare del 381

tere

Riapriamo le porte del 381 Storie da Gustare, e sempre grazie a Giulio oggi vi raccontiamo la storia di Maria Teresa.

Il suo viso solare non sarà sicuramente passato inosservato se siete venuti a pranzare da noi o se un sabato sera avete cenato con noi in piazzetta Corelli. Conosciamola meglio e scopriamo cosa c’è dietro quel bel sorriso!

I suoi occhi grandi e profondi e la sua carnagione ne rivelano a prima vista le origini: viene dal sud, Teresa, e nonostante i suoi 23 anni sembra più matura. E’ venuta a Ferrara per studiare, scegliendola proprio per la sua dimensione raccolta, a misura d’uomo, e trasferendosi insieme al fratello gemello, studente. Teresa è laureata in scienza dell’educazione e della formazione: «Per me questa laurea breve non è stata una scorciatoia, ma un trampolino». Infatti si sta specializzando in disagio sociale e disabilità per diventare educatrice professionale, con particolare riguardo in riferimento alle categorie più svantaggiate.

«Non ci sarà mica solo questo, nella tua giovane vita?». Per fortuna mi confessa di amare il ballo (caraibico, «la bachata, hai presente?» mi dice, e io faccio finta di sapere esattamente di cosa si tratta…) e di trovarsi benissimo al 381. Si sente realizzata perché ha studiato per dare una mano a persone con qualche difficoltà e in futuro vorrebbe poterlo fare con sempre maggiore esperienza e professionalità.

Legge molto e ascolta musica: «Non potrei pensare alla mia vita senza che la musica mi accompagni.» Il su­o futuro? Positivo, e si augura che le sia possibile realizzarsi sempre di più in tutto ciò che le dà un senso e uno scopo all’interno della società, per quanto difficili possano essere le sfide da affrontare.

 

Leave a comment